Letture voltairiane 2020: «Come studiare l’Illuminismo al giorno d’oggi?»

In questo avvio di XXI secolo, il termine Lumi è ancora utilizzato in un numero crescente di pubblicazioni storiche. Lo studio di questo movimento intellettuale e culturale, fenomeno fondativo della nostra modernità, necessita di una riflessione su metodi e parametri delle nostre ricerche. Per il colloquio di quest’anno, proponiamo di tenere presenti i seguenti quattro aspetti:

  1. I Lumi sono una nozione la cui periodizzazione continua ad essere oggetto di dibattiti, e la questione del suo posto nella storia delle idee richiede sempre di essere precisata. I lavori condotti intorno alla storia della parola e del concetto, dei testi e delle immagini attraverso i quali si sono elaborati, forniscono sempre campi di ricerca che sono ancora lontani dall’essere stati completamente sfruttati.
  2. Un secondo percorso di ricerca permette di vedere sotto una diversa prospettiva realtà materiali della circolazione delle idee e dei libri nel XVIII secolo. È lo studio delle relazioni intellettuali e di affari, delle fonti del sapere, attraverso l’aggiornamento di figure dimenticate dal mondo del libro e delle edizioni e degli scrittori, sapienti e filosofi detti minori. I nuovi utensili digitali, rappresentati dalle banche dati, dagli inventari, dalla cartografia digitale ed interattiva, costituiscono potenti attrezzi, il cui utilizzo può stimolare nuove ricerche.
  3. Un ulteriore campo di studio è la storia della creazione del libro, dalla creazione dell’opera fino all’apparizione della sua pubblicazione.
  4. Infine, tra i fenomeni di accoglienza, di reinvestimento, di riscrittura dei Lumi, si rilevano le pratiche delle arti, comprese nella cultura di massa, che rivelano la posta contemporanea della nostra lettura dei Lumi, della loro attualità e della loro presenza.

Il colloquio vuole essere un invito a continuare la ricerca attorno a questo fenomeno storico che ha cambiato il «modo comune di pensare», lasciando dialogare i nostri interrogativi riguardo a questa impresa storica e sempre attuale.

Vi preghiamo di compilare il modulo di registrazione, indicando l’argomento della vostra relazione con un riassunto (tra le 200 e le 250 parole), entro il 30 giugno 2020.

Il Comitato organizzatore selezionerà le proposte in funzione del loro interesse e della loro coerenza con il quadro programmatico delle Letture voltairiane 2020.

Le lingue di lavoro del colloquio sono il russo, il francese e l’inglese, ed il tempo assegnato ad ogni relazione è di 20 minuti.

Le spese di viaggio e soggiorno sono a carico dei partecipanti.

Gli atti del colloquio saranno pubblicati nel prossimo numero della raccolta Letture voltairiane.

 

Contatti

Biblioteca nazionale di Russia, Riserva di libri rari,
Centro di studi sul secolo dei Lumi «La Biblioteca di Voltaire»,
Conservatrice capo Natalia Speranskaya
e-mail: voltaire@nlr.ru
tel. +7 (812) 407-42-66
18 rue Sadovaya, 191069 San Pietroburgo

Per prenotare un albergo:

Sig.ra Zlata Gravshina
e-mail: vgravshina@mail.ru
tel. +7 (812) 767-13-79, +7 (952) 236-31-96